Capitolo XVI – Alla Tortue

Quando la Folgore gettò l'ancora nel sicuro porto, al di là dello stretto canale che lo metteva al coperto da qualsiasi improvvisa sorpresa da parte delle squadre spagnole, i filibustieri della Tortue erano in piena baldoria, essendo gran parte di essi reduci dalle scorrerie fatte sulle coste di San … [Per saperne di più...]

Capitolo XV – La filibusteria

Nel 1625, mentre la Francia e l'Inghilterra tentavano, con guerre incessanti, di domare la possanza ormai formidabile della Spagna, due vascelli, francese l'uno ed inglese l'altro, montati da intrepidi corsari recatisi nel mare delle Antille per danneggiare i commerci fiorenti delle colonie … [Per saperne di più...]

Capitolo XIV – Gli uragani delle Antille

L'uragano, devastate le Piccole Antille, che sono le prime a ricevere quei tremendi urti, facendo argine alle onde dell'Atlantico, che i venti di levante scagliano, con foga irresistibile, contro il continente americano e quindi addosso a Portorico e ad Haiti, si rovesciava allora nel canale di … [Per saperne di più...]

Capitolo XIII – Fascini misteriosi

La Folgore procedeva lentamente verso settentrione, per giungere sulle coste di Santo Domingo e di là cacciarsi nell'ampio canale aperto fra quell'isola e quella di Cuba. Ostacolata dalla grande corrente equinoziale o Gulf Stream che dopo avere attraversato l'Atlantico entra con grande impeto nel … [Per saperne di più...]

Capitolo XII – La prima fiamma

Quel terribile combattimento fra la nave corsara ed il vascello di linea era stato disastroso per entrambi gli equipaggi. Piú di duecento cadaveri ingombravano la tolda, il castello di prora ed il cassero del legno predato, alcuni caduti sotto lo scoppio micidiale delle granate scagliate dai … [Per saperne di più...]

Capitolo XI – La duchessa fiamminga

I filibustieri, vedendo il loro comandante e Morgan lanciarsi all'abbordaggio del vascello, il quale non poteva ormai piú sfuggire, si erano precipitati dietro di loro come un solo uomo. Avevano gettati i fucili, armi pressoché inutili in un combattimento corpo a corpo, ed avevano impugnate le … [Per saperne di più...]

Capitolo X – A bordo della Folgore

La Folgore del Corsaro Nero, uscita dagli isolotti e oltrepassato il lungo promontorio formato dagli ultimi contrafforti della Sierra di S. Marta, si era lanciata sulle acque del mar Caraybo, navigando verso il nord, ossia verso le Grandi Antille. Il mare era tranquillo, appena rotto dalla brezza … [Per saperne di più...]

Capitolo IX – Un giuramento terribile

Il piccolo drappello, guidato dall'africano che conosceva a menadito tutti i passaggi della foresta, camminava rapidamente per giungere presto sulla riva del golfo e prendere il largo prima che l'alba spuntasse. Erano tutti inquieti per la nave che doveva incrociare all'entrata del lago, avendo … [Per saperne di più...]

Capitolo VIII – Una fuga prodigiosa

Udendo quel comando un immenso urlo di terrore si era alzato non solo fra la folla dei curiosi, ma anche fra i soldati. Soprattutto i vicini e non a torto, poiché saltando la casa del notaio sarebbero di certo crollate anche quelle occupate da loro, urlavano a squarciagola, come già si sentissero … [Per saperne di più...]

Capitolo VII – Un duello fra gentiluomini

La colazione, contrariamente alle previsioni di Carmaux, fu poco allegra ed il buon umore mancò, non ostante quell'eccellente prosciutto, il formaggio piccante e le bottiglie del povero notaio. Tutti cominciavano a diventare inquieti per la brutta piega che prendevano gli avvenimenti, a causa di … [Per saperne di più...]