Capitolo IX – I tristi giorni della bohéme

Padroni della casa, non vi fu più freno, tanto più che per un caso straordinario eravamo diventati ricchi. Ferrol aveva fatto delle pergamene e la cassa sociale erasi nuovamente rinsanguata. C'erano dei bei biglietti da cento che altro non chiedevano che di passare in altre mani, specialmente in … [Per saperne di più...]

Capitolo VIII – Le teste di morto

Ci eravamo messi in isciopero. Arcistufi di aringhe e d'insalata, avevamo abbandonato i papiri egiziani ed i pennelli, giurando di non riprendere il lavoro finchè non tornavano sulla nostra tavola delle costolette, del vino e per di più anche del tabacco. Il maestro aveva fatto il sordo … [Per saperne di più...]

Capitolo VI – I bohémiens in campagna

Quindici giorni dopo, la famiglia artistica abbandonava i solai di Via delle Scuole per andarsene in campagna. Non volendo mostrarci al verde al nostro maestro, a sua insaputa avevamo liquidato buona parte dei nostri averi. Approfittando della sua assenza, Quintino aveva fatto venire l'ebrea … [Per saperne di più...]

Capitolo V – La casa degli spiriti

Un quarto d'ora dopo tutta la famiglia artistica si trovava raccolta intorno alla stufa, entro la quale bruciavano allegramente le fabbriche della sezione industriale, Nerone e due sedie. La poltrona stile Luigi XIV, orgoglio dei bohémiens, aveva già terminata la sua esistenza. Quattro bottiglie … [Per saperne di più...]

Capitolo IV – Fra Angelico

Pochi momenti dopo tutta la famiglia artistica era in grandi faccende. La novella si era sparsa, colla rapidità della folgore in tutti gli angoli della soffitta e persino Pumietto aveva preso parte all'allegria universale. Quella scimmietta in quarantaquattresimo, grossa poco più di un porcellino … [Per saperne di più...]

Capitolo III – Le meraviglie della soffitta

Il tanto decantato museo della famiglia artistica di Via delle Scuole, occupava un angolo della soffitta, il migliore, essendo il più ampio ed anche il più alto. Ecco però in che cosa consisteva quella raccolta di antichità, di cui avevo udito parlare perfino in provincia, come di cosa … [Per saperne di più...]

Capitolo II – Le ricchezze dei bohémiens

Ferrol era in quell'epoca un valente pittore molto conosciuto nella Grissinopoli, ma al pari di tanti altri artisti molto a corto di quattrini. Un grande mattacchione però, cosa del resto naturalissima essendo un veronese. Vi è anzi appunto nel Veneto un proverbio che dice: «Veneziani gran … [Per saperne di più...]

Capitolo I – I bohémiens di Via delle Scuole

Mi avevano scritto: «Andiamo in campagna a fondare una colonia artistica». Potete immaginarvi se io mi ero affrettato a preparare le mie valigie! La campagna era stata sempre il mio sogno. Le mie occupazioni, disgraziatamente, mi avevano sempre impedito di realizzarlo, o meglio non avevo … [Per saperne di più...]

Capitolo XXVI – Le isole Bissagos

L’arcipelago delle Bissagos forma un gruppo considerevole di isole, situato non di fronte al Gambia, come si vede generalmente nelle carte geografiche, ma tra la foce del Rio Grande e la costa della Sierra Leone e più precisamente fra il Capo Rosso e la Punta Verga. Quantunque queste terre si … [Per saperne di più...]

Capitolo XXV – L’inseguimento

La caccia al Washington cominciava. Gli inglesi, furiosi di vedersi sfuggire la preda, che credevano di tenere ormai in mano, avevano lanciato la loro nave a tutto vapore. Sapendo di non poter sbarcare su quelle coste, che appartenevano al Sultano di Bar, e perciò sotto il protettorato della … [Per saperne di più...]