Una notte in prigione (seconda parte)

 Arrotolò una sigaretta, l'accese, aspirò alcune boccate di fumo e avvicinandosi alla guardia:  - Giovanotto, sei indiano? - chiese.  - Bengalese, sir - rispose la guardia.  - È da molto tempo che sei qui.?  - Due anni.  - Hai udito parlare di … [Per saperne di più...]

Una notte in prigione (prima parte)

 Quelle grida emesse da cinesi in un quartiere cinese, dovevano ottenere lo stesso effetto che ha un gong battuto in una via di Canton o di Pekino.  Infatti, in meno di due minuti, un duecento coduti figli del Celeste Impero, armati di bambù, di coltelli, di sassi e di ombrelli, si … [Per saperne di più...]

La Taverna Cinese (seconda parte)

 - Dove si trova ora Sandokan?  - A otto miglia da qui, nel mezzo di un fitto bosco.  - Al sicuro dunque.  - Non lo so. Ho visto delle guardie delrajah aggirarsi nella foresta.  - Diavolo!  - E voi, non correte alcun pericolo?  - Io! Chi sarà quel … [Per saperne di più...]

La Taverna Cinese (prima parte)

 - Olà! Bell'uomo!  - Milord!  - Al diavolo i milord.  - Sir!...  - All'inferno i sir.  - Mastro!...  - Che ti colga il crampo.  - Monsieur?... Señor!...  - Appiccati. Che pranzo è questo?  - Cinese, señor, cinese … [Per saperne di più...]

La battaglia (terza parte)

 Dal vascello che sbarrava la foce del fiume si era improvvisamente alzato un razzo. Quasi nel medesimo istante un lampo balenava sul ponte delRealista , seguito da una formidabile detonazione.  La Tigre della Malesia sussultò, mentre l'estremità dell'albero maestro, … [Per saperne di più...]

La battaglia (seconda parte)

 Era il momento scelto da Sandokan per inviare i suoi uomini a terra a prendere il pescatore. Un'imbarcazione fu calata in mare e Hirundo assieme con altri tre pirati vi discese, arrancando verso la riva.  Sandokan li seguì collo sguardo finché poté, poi si mise … [Per saperne di più...]

La battaglia (prima parte)

 La foce del fiume, che forma una specie di porto riparato da banchi sabbiosi e da scogliere contro le quali si rompe la furia del mare, presentava un magnifico spettacolo. Lungo le rive si stendevano magnifiche boscaglie dipisang dalle gigantesche foglie, le cui frutta hanno un color giallo … [Per saperne di più...]

La Baia di Sarawak (terza parte)

 Non erano trascorsi dieci minuti che si udì al largo una voce gridare:  - Olà, della cannoniera!  Sandokan e Yanez, nell'udire quella chiamata, si slanciarono sul cassero guardando attentamente verso il nord.  - Le scialuppe, forse? - si chiese Sandokan, … [Per saperne di più...]

La Baia di Sarawak (seconda parte)

 - Non comprendo - disse. - Avete degli uomini coi quali potreste impadronirvi del vascello senza troppi sacrifici e invece mi regalate un milione! Che uomo siete voi?  - Sono la Tigre della Malesia - rispose Sandokan. - Orsù, arrendetevi o sarò costretto a scatenare contro … [Per saperne di più...]

La Baia di Sarawak (prima parte)

Al grido terribile di: al fuoco! al fuoco! l'ingegnere aveva fatto immediatamente arrestare il vascello, il quale non avanzava più che sotto l'impulso delle ultime battute dell'elica.  Una confusione indescrivibile, all'apparire dei due pirati, regnava sul ponte. Dal castello di prua, … [Per saperne di più...]