Capitolo V Il puram del re

L'ultimo dei S'hen-mheng era appena spirato e Lakon-tay era appena uscito per recare al re la triste notizia, quando un uomo, approfittando della commozione generale che regnava nella sala degli elefanti, usciva inosservato per una porticina che metteva dietro le mura della cinta reale. Quell'uomo … [Per saperne di più...]

Capitolo IV Il dottore bianco

La stanza del generale era ampia e arredata con molto buon gusto, quantunque predominasse in tutti i mobili lo stile cinese piuttosto che il siamese. Le pareti erano coperte di quella meravigliosa carta di seta, con fiori, uccelli, lune e draghi, così cara ai Cinesi; il soffitto era tutto scolpito … [Per saperne di più...]

Capitolo III Len-Pra

Lakon-tay era il vero tipo del siamese, ma non aveva però quel portamento cascante, molle, snervato che si osserva in quasi tutti gli abitanti di quel regno e che produce su noi una pessima impressione. Era un bell'uomo, piuttosto alto, ancora vigoroso malgrado i suoi cinquant'anni, dal petto ampio … [Per saperne di più...]

Capitolo II Il re del Siam

La dolce Parvati, la sposa del dio Sivah, così venerato dagl'indiani, trovandosi un giorno nel bagno, si divertiva a raccogliere le bianche pellicole che si staccavano dal suo grazioso corpo. Le preziose particelle di quell'essere divino vennero modellate dalle sue dita, come l'argilla dalle mani … [Per saperne di più...]

Capitolo I La morte del S’hen-mheng

Un rombo metallico, che si ripercosse lungamente, con una vibrazione argentina, nell'ampia sala sorretta da venti colonne di legno dipinte a vivaci colori e cogli zoccoli coperti da lamine d'oro, fece bruscamente sussultare Lakon-tay. L'invidiato ministro, preposto alla sorveglianza dei … [Per saperne di più...]